A Word or Two Before You Go . . . . Brief essays on language by Jacques Barzun

By Jacques Barzun

Engl. Language and reviews

Show description

Read Online or Download A Word or Two Before You Go . . . . Brief essays on language PDF

Best foreign language study & reference books

Don't blame God

Do not Blame God written by means of Kenneth E.

Achieve IELTS Teacher's Book: Intermediate to Upper Intermediate: English for International Education

In attaining IELTS is a point direction for college kids who desire to take the IELTS exam on the way to examine at an English-medium educational establishment. The books understand the scholars' genuine goals and pursuits via getting ready them for scholar lifestyles in addition to the exam itself. in attaining IELTS direction has a real educational concentration practicing examination questions and constructing examination talents inside 12 themed devices.

Linguistic Theory in America

Linguistic concept in the USA (2nd variation) files the origins and improvement of the world's vital linguistic concept, transformational generative grammar (Chomskyan linguistics). The e-book treats all points of this improvement, from the Fifties to the current, with emphasis on particular themes: the amazingly quick victory of transformational grammar over the yankee structuralist culture from which it arose; and the interior debate among "generative semantics" and "interpretive semantics" within the past due Sixties and early Nineteen Seventies.

Additional info for A Word or Two Before You Go . . . . Brief essays on language

Sample text

Infra, cap. 2, § 6). 46 Ben diverso è l’atteggiamento di Jaspers che, a parte alcune riserve, rinnova la sua «fiducia» nella filosofia di Heidegger ed esprime il suo pieno consenso per il richiamo alla «primitiva grecità». Più ancora che di consenso, si deve forse parlare di entusiasmo: il discorso retto­ rale è un testo «che rimarrà» e il suo autore viene paragonato non solo a Nietzsche, ma a un Nietzsche che riuscirà ora a tradurre nella realtà il suo pensiero. Certo, accanto a questi riconoscimenti, c’è anche qualche riserva riguardante gli aspetti più zeitgemàfi, più direttamente }2 Capitolo secondo legati al tempo, del discorso rettorale; ma sarebbe precipitoso leggere in ciò una reale presa di distanza politica.

E dunque, per quanto riguarda i rapporti col potere nazista, an­ cora nell’estate del 19 33, ben lungi dall’essere su posizioni di rottura, il filosofo è fortemente tentato di collaborare. Certo, è ben consape­ vole dell’ostacolo rappresentato dall’antisemitismo, ma ad esso guarda non con indignazione bensì con disappunto e un pizzico di rimpianto. Vorrebbe inviare ai nuovi governanti le sue tesi, ma se ne astiene; «Senza essere sollecitato, non posso farlo, dato che mi è stato detto che io, in quanto non iscritto al partito e marito di una moglie ebrea, sono solo tollerato e non posso godere di alcuna fiducia».

69 Fin qui siamo nel quadro concettuale e retorico della Krìegsideologie: ciò vale anche per il richiamo a Fichte, cui durante ■ la guerra si era richiamato, come sappiamo, già Husserl, il maestro ; di Heidegger. 70 C ’è da aggiungere che ; Heidegger assume il tema in questione nella sua forma più radicale, ? E così la comunità non solo si configura come «vero cameratismo e i autentico socialismo»,71 ma sembra trovare il suo fondamento nelle f «forze della terra e del sangue» (erd- und bluthaften Kràfte),12 anche j se è da aggiungere che il biologismo razzista propriamente detto r i- f ' mane sempre del tutto estraneo al filosofo.

Download PDF sample

Rated 4.43 of 5 – based on 5 votes